Domande & Risposte sul METODO SUMMA AUREA®

Avendo già fatto un corso di Reiki quale potrebbe essere l’utilità del corso che di base utilizza l’Energia Universale?

Ci sono molti metodi per canalizzare l’Energia Universale. Tutte le metodologie sono utili ed efficaci.  Il METODO SUMMA AUREA® si differenzia da altri Percorsi in cui si canalizza l’Energia Universale per la frequenza energetica a cui si aggancia che è particolarmente elevata. Inoltre è opportuno precisare che il METODO SUMMA AUREA® oltre ad essere un metodo veloce e semplice, non è limitato solo alla canalizzazione dell’energia ma è un vero percorso di conoscenza e di crescita interiore che ci aiuta a vivere la vita in armonia con l’Universo.

È auspicabile che chi è interessato al METODO SUMMA AUREA® abbia già almeno il 1° Livello Reiki o conosca tecniche di lavoro energetico, per meglio comprendere il senso ampio di lavoro su di Sé con l’energia, proprio del METODO SUMMA AUREA®.


Sono Master Reiki e volevo sapere se è possibile lavorare con entrambi i metodi sulle persone?

Si, l’importante è che nella stessa giornata si lavori su una persona con solo un metodo.


Sono una persona con problemi di salute e volevo sapere se il lavoro con la Summa Aurea poteva farmi star meglio.

Il METODO SUMMA AUREA® è un percorso di crescita personale e spirituale che consente di prendere coscienza anche del significato eventuale di un malessere personale e può essere di aiuto per meglio affrontare la situazione che stiamo vivendo.

 

Sicuramente può essere un valido aiuto a supporto ed integrazione di quello che stiamo già facendo per migliorare il nostro benessere.


Cosa significa che il METODO SUMMA AUREA® è un metodo che insegna a non usare più nessun metodo? Mi sembra una contraddizione!

Lo scopo del METODO SUMMA AUREA® è quello di liberare, far esprimere i nostri potenziali o il Divino che è in noi e quindi svincolare la persona e liberarla da ogni condizionamento. Quindi dopo un breve periodo la persona che pratica il Metodo con convinzione, a  cuore aperto, si trova libero anche dal Metodo stesso e sarà la sua forza di volontà e il suo intento a far accadere gli eventi.

In pratica: all’inizio si ha bisogno di un Metodo per entrare in contatto con l’Energia Aurica/Cristica, poi con la pratica essa è presente in noi e quindi la nostra ritrovata consapevolezza farà il resto.


Quanto dura il percorso del METODO SUMMA AUREA®?

Il passaggio da un livello ad un altro è possibile anche in modo molto veloce e varia da persona a persona. Si possono svolgere i cinque livelli anche in un anno.


Sono ateo, posso fare il percorso del METODO SUMMA AUREA®?

Il METODO SUMMA AUREA® presuppone l’esistenza di un’Entità Superiore, un Dio, a prescindere dal nome, se una persona nega che esista in assoluto Dio ovviamente non può svolgere questo tipo di percorso.


Quali requisiti di base debbo avere per poter svolgere il percorso del METODO SUMMA AUREA®?

Voglia di cambiare e migliorarsi;

Spirito di sacrificio;

Disponibilità a mettere in discussione le proprie certezze e credenze;

Credere in una Entità superiore, Dio Creatore.

È auspicabile che chi è interessato al METODO SUMMA AUREA® abbia già almeno il 1° Livello Reiki o conosca tecniche di lavoro energetico, per meglio comprendere il senso ampio di lavoro su di Sé con l’energia, proprio del METODO SUMMA AUREA®.


Sono un Cattolico praticante e sarei interessato al percorso del METODO SUMMA AUREA® ma voglio mantenere la mia Fede religiosa, è possibile?

Certamente si!  Non vi è nessun impedimento nello svolgere questo percorso per chi appartiene alla religione cattolica o a qualsiasi altra religione.


Non credo nella reincarnazione ma vorrei fare lo stesso il percorso del METODO SUMMA AUREA® per migliorare me stesso. È possibile?

Si, infatti all’interno del percorso si mantiene il pieno rispetto per quello in cui le persone credono ma ovviamente si invitano ad un confronto sereno fornendo diverse chiavi di lettura, su tutti gli argomenti.

Poi ogni persona è libera di mantenere o cambiare ciò di cui è convinto in base agli elementi di cui dispone.


Sono interessato al percorso del METODO SUMMA AUREA®, ma essendo molto introverso faccio fatica a parlare e confrontarmi in pubblico specie se con estranei. C’è una soluzione per me?

Si, puoi iniziare a svolgere il percorso on-line con le lezioni che puoi seguire da solo. L’utilizzo dell’energia e lo studio fattivo delle lezioni ti aiuterà ad affrontare e risolvere questa tua problematica.


Un percorso Spirituale non dovrebbe essere gratuito?

Pretendere che una persona sia disponibile a condividere il proprio tempo per fornirci cose che a noi interessano sarebbe un approccio egoistico e molto poco spirituale.

Il denaro è solo una forma di energia e come tale va visto.

Quindi quello che viene richiesto è un adeguato contributo come  scambio energetico.


Soffro di attacchi di panico. Questo percorso può aiutarmi ad uscire da questo mio problema?

Si, il percorso del METODO SUMMA AUREA® fornisce utili informazioni e diversi esercizi pratici per migliorare notevolmente il rapporto con le nostre paure. Ovviamente nei limiti di un percorso del Benessere che esula da qualsiasi processo medico o psicologico per i quali si necessita di apposite strutture o personale.


Sono un’Operatrice del benessere e faccio sia massaggi drenanti che trattamenti shiatsu. Posso utilizzare anche il METODO SUMMA AUREA® nelle sedute assieme ai massaggi o ai trattamenti?

Si, puoi utilizzare il METODO SUMMA AUREA® su di te per meglio “sentire” come e dove trattare la persona. Puoi  inoltre usarlo sulla persona, come trattamento energetico,  per amplificare l’effetto che il massaggio o il trattamento che effettui possiedono già di base propria.

________________________________________________________________________________

Come faccio a sapere se sto facendo bene le tecniche?

Seguendo esattamente gli audio che vi guidano nel procedimento. Inoltre è importante allenare l’attenzione alla presenza e non crearsi aspettative e giudizi. Vi ricordiamo che per allenare lo stato di presenza ci sono a disposizione nella piattaforma degli audio appositi.

________________________________________________________________________________

Quale è la posizione consigliata per fare le tecniche?

Sicuramente seduti con la schiena dritta, gambe divaricate e mani appoggiate alle ginocchia. Occhi e bocca chiusa. Non bisogna fare mai gli esercizi da sdraiati sia per una questione di praticità, sia perché rischiereste di addormentarvi o rilassarvi totalmente e questa non è la funzione della tecnica a questo livello. È preferibile fare le tecniche più o meno alla stessa ora. La mattina presto è ideale perché siete freschi e risposati.

________________________________________________________________________________

È possibile usare della musica o fare all’aperto le tecniche?

È consigliato non usare nessuna musica di sottofondo perché servirebbe solo a distrarvi e rilassarvi mentre soprattutto all’inizio, è importante rimanere vigili e presenti in ciò che sentite e percepite. Per lo stesso motivo è preferibile inizialmente praticare in un luogo chiuso.

________________________________________________________________________________

Se tendo ad addormentarmi cosa faccio?

Siediti su una sedia e non appoggiare la schiena allo schienale. Considerate che inizialmente la percezione del sonno, è anche data dalla nuova energia di cui vi dovete abituare. Col tempo e la pratica, sentirete sempre di più e sarà meno probabile che vi addormentiate.

________________________________________________________________________________

Non riesco a fare le tecniche ogni giorno perché non ho tempo.

Ricordati che tu sei la cosa più importante della tua vita. Se non riesci a trovare il tempo significa che tu ti metti in secondo piano rispetto a tutto il resto. Perciò se veramente ti vuoi bene, creati uno spazio tutto tuo, pianifica un orario, come lo fai per tutte le altre cose e regalati attenzione e valore a ciò che sei e che fai.

________________________________________________________________________________

Durante gli esercizi mi distraggo sempre, come faccio?

Semplicemente riporta l’attenzione a te stesso e rinizia a praticare. È importante essere gentili con se stessi, non pretendere troppo, ma semplicemente educare la presenza con naturalezza e senza forzare. Dopo un mese di pratica vedrete che le difficoltà saranno molto diminuite.

________________________________________________________________________________

Quando pratico non sento nulla, è normale?

Si, può succedere soprattutto all’inizio. Ci vuole del tempo necessario per sviluppare la presenza profonda e il sentire interiore e la costanza, è fondamentale per ottenere tutto ciò. Inoltre, assicuratevi sempre di fare il procedimento corretto in quanto alcuni, avendo saltato il passaggio di connessione, credevano di essere collegati e non lo erano. Perciò soprattutto all’inizio, seguite sempre gli audio guidati.

________________________________________________________________________________

Perchè vivo le tecniche come automatismo e spesso ho il rifiuto di farle?

Questa tua distrazione è data da un tuo giudizio e dalle tue aspettative. Forse perché credevi o desideravi percepire o fare in un modo diverso o provare alcune cose che non hai provato. Oppure ti sei lasciato influenzare da pensieri o paure inconsce, autosvalutanti, che cercano di allontanarti da ciò che invece potrebbe aprire in te nuove e permetterti di conoscerti profondamente.

________________________________________________________________________________