Che cosa è il METODO SUMMA AUREA®?

>Per Prima cosa il METODO SUMMA AUREA® è un DONO!

E' un DONO che Roberto ha ricevuto già da 10 anni e per ciò che gli è possibile condivide con altre persone affinché ciò che lui vive quotidianamente possa essere vissuto anche da altri.

E' un mezzo per entrare in contattato con il proprio Sé Superiore, la propria parte Divina e sperimentare che cosa significa essere Consapevole di far parte del TUTTO!

Il METODO SUMMA AUREA® è inoltre un potente strumento per lavorare a livello PSICO-FISICO e SPIRITUALE.

Conoscere e utilizzate tale Metodo consente di:

• comprendere quali siano i nostri conflitti umani e/o spirituali;

• prendere coscienza di come funzioniamo a livello psico-fisico e quali dinamiche e condizionamenti sono in atto in noi;

• imparare ad affrontare e risolvere ciò di cui abbiamo preso coscienza e che intrappola la nostra vita creando malessere;

• diventare esperti nella conoscenza e nell'uso della Bioenergia;

• recuperare un equilibrio interiore foriero di ritrovato benessere Psico-Fisico e Spirituale.

PRESENTAZIONE DEL METODO SUMMA AUREA®

Rigenerazione Cellulare

DiMETODO SUMMA AUREA®

Rigenerazione Cellulare

Le tecniche di Rigenerazione Cellulare del METODO SUMMA AUREA® consentono di inviare dei messaggi, delle informazioni, attraverso un cambio di frequenza energetica.

Il cambio di frequenza energetica è associato ad una diversa onda elettromagnetica (e.l.m) a cui l’Operatore del METODO SUMMA AUREA® può agganciarsi nel momento in cui Modifica il suo Stato di Coscienza.

In questo stato alterato di coscienza è possibile Rigenerare il proprio stato cellulare inviando informazioni coerenti che dipendono dalla volontà e intenzione che abbiamo nel momento in cui svolgiamo la tecnica stessa.

Approfondiamo tali concetti!

Einstein ha dimostrato che la materia ha una dimensione energetica quindi fisicamente anche la materia vivente può ricevere, immagazzinare e cedere energia, in dettaglio questa energia è collegata ai fotoni che dal punto di vista fisico sono considerati quanti del campo elettromagnetico.

I fotoni si possono produrre in vari modi con emissione da elettroni che cambiano stato o orbitale, dalla transizione nucleare, dall’ annichilazione particella antiparticella o da qualsiasi fluttuazione del campo elettromagnetico. Il primo fisico a teorizzare la presenza dei fotoni fu nel 1922 il biologo russo Gurwitsch, la conferma scientifica della esistenza dei biofotoni si ha da parte del prof. Facchini con l’ introduzione nella fisica nucleare di un rivelatore molto sensibile alla luce chiamato tubo fotomoltiplicatore. Con questo strumento si è potuto dimostrare l’emissione di biofotoni legato al DNA, in particolar modo durante la sua replicazione. L’aumento di biofotoni in tessuti cancerosi indicava l’intensa attività replicativa delle cellule accompagnata quindi dalla cosiddetta “radiazione mitogenetica”.

Secondo il fisico Popp l’energia elettromagnetica gioca un ruolo fondamentale nei processi biologici in quanto è in grado di influenzare l’energia cinetica delle reazioni sia a livello atomico che molecolare, il corpo umano deve mantenere sempre una condizione di equilibrio, tale condizione viene mantenuta grazie a questo tipo di energia che condiziona direttamente l’omeostasi della singola cellula, del tessuto, dell’organo e quindi dell’intero organismo proprio perché vibrando con delle frequenze caratteristiche si sincronizzano tra loro i messaggi entrando in risonanza tra loro. Secondo Popp i biofotoni nascono dal nucleo cellulare o meglio dal DNA che è in grado di ricevere e inviare i segnali elettromagnetici. Da questo punto di vista, attraverso meccanismi elettromagnetici, si potrebbero evincere i legami che intercorrono tra la medicina quantistica e i trattamenti energetici come il METODO SUMMA AUREA®.

Le radiazioni emesse dalle cellule sono molto deboli ma di una qualità tale che li predispone ad essere trasmettitrici di informazioni, in pratica l’ irradiazione non è caotica ma è formata da vibrazioni stabili come la luce laser ma a differenza di quest’ ultimo non viene proiettato fuori dal sistema ma rimane intrappolata fungendo da collante e coordinatore degli stessi sistemi. Questa proprietà è detta “coerenza” e solo grazie a questa si possono memorizzare delle informazioni utili.

Se l’acqua viene immersa in un campo elettromagnetico i dipoli si orientano in macromolecole chiamate cluster dove le singole molecole oscillano in fase tra loro. Tra questi sistemi coerenti in fase c’è la possibilità di un dialogo sottile senza scambio di energia, coinvolgendo solo le fasi. Nel corpo umano i cluster di acqua presenti nella matrice sono influenzati direttamente dal ph e dalla temperatura.

L’energia prodotta dalle reazioni biochimiche ai margini dei cluster non si dissipa sotto forma di calore ma di onde e.l.m. dando luogo ad un’altra forma di coerenza. In questo passaggio fondamentale si viene a creare una relazione biunivoca tra la chimica e la fisica poiché le molecole non reagiscono spinte dal caso ma in funzione del principio di risonanza magnetica se le loro frequenze si vengono a riconoscere. Ecco perché ci sono reazioni biochimiche privilegiate che avranno una cinetica favorita rispetto ad altre, che producendo energia elettromagnetica potranno portare la loro influenza anche a distanza in altri distretti.

Questo tipo di informazioni elettromagnetiche nelle diluizioni omeopatiche si trasmette con l’acqua mentre nei trattamenti Bioenergetici attraverso le mani del terapeuta. Le informazioni che emette un essere vivente possono essere collegate a situazioni fisiologiche o patologiche e possono essere captate dal corpo tramite degli elettrodi.

Quindi è chiaro che ogni molecola, cellula, organo, emette onde elettromagnetiche sottili prodotte da biofotoni quindi tutti i processi biochimici sono regolati da oscillazioni elettromagnetiche. Popp afferma che la malattia prima di manifestarsi con i classici sintomi si manifesta con una oscillazione elettromagnetica caratteristica che porta nell’ organismo a regolazioni errate del sistema cibernetico. Grazie alle Tecniche presenti nel METODO SUMMA AUREA®  è possibile quindi emettere fotoni ad elevata frequenza che per risonanza modificano lo stato energetico delle cellule provocando quella che possiamo chiamare riarmonizzazione energetica.

Info sull'autore

METODO SUMMA AUREA® administrator

Roberto Fabbroni è scrittore, conferenziere, ricercatore, formatore, Operatore Olistico e Counselor Olistico. Tutte le sue attività sono legate alla ricerca e sviluppo del potenziale umano e di conseguenza alla comprensione di tutto ciò che ci limita, ci blocca e non ci permette di esprimere noi stessi per ciò che siamo.Esperto di Energie sottili è fondatore del Metodo Summa Aurea®. Di cosa si occupa: ◦Tecniche Energetiche per il benessere fisico; ◦Scienze Bio-Naturali; ◦Crescita Personale; ◦Crescita Spirituale; ◦Metafisica; ◦Fenomeni extra-sensoriali o inspiegabili di qualsiasi natura. Roberto è Presidente dell'Associazione Nuova Terra e Dir. della Scuola di Formazione per Operatore e Counselor Olistico ad indirizzo Bioenergetico dell'Istituto di Bioenergia. E' Dir. Operativo della Società Internazionale di Biofisica Quantistica- IQBIOPS.

Commenta

*