Impara ad essere Positivo: La negatività è contagiosa

Solitamente le persone empatiche, coloro che riescono a mettersi nei panni degli altri e che quindi sono molto emozionali, non si rendono conto di quanto facile sia assorbire la negatività di chi li circonda.

Gli atteggiamenti e gli stati d’animo altrui, possono essere “contagiosi” e riescono ad influenzarci soprattutto quando vi restiamo esposti per molto tempo.

Uno studio condotto dall’Università dell’Indiana ha rivelato che le opinioni degli altri ci influenzano e influenzano il nostro comportamento.

Questi psicologi hanno scoperto che le opinioni negative hanno un impatto maggiore e generano un cambiamento di atteggiamento rispetto alle opinioni positive.

 

Questo perché purtroppo l’ambiente dove cresciamo, la società, è strutturato per favorire l’abbassamento di autostima delle persone mettendole in competizione, oltre a favorire la separazione in base alle proprie diversità viste sempre come una discriminante negativa (ndr).

 

Nell’esperimento, i partecipanti allo studio hanno esaminato diversi prodotti. Poi hanno condiviso le loro opinioni con gli altri, sia positive che negative. I ricercatori hanno rilevato che le opinioni negative hanno influenzato l’atteggiamento dei partecipanti nei confronti dei prodotti. Ma c’è una cosa ancora più sorprendente: le persone che in precedenza avevano avuto un atteggiamento positivo, erano i più suscettibili all’influenza delle opinioni negative degli altri.

Inoltre quando a queste persone è stato concesso di interagire faccia a faccia con coloro che avevano le opinioni negative, la negatività è aumentata.

Questo esperimento invia un chiaro messaggio: la negatività genera più negatività

Gli psicologi dell’Università di Harvard hanno analizzato invece il legame tra stati emotivi e modelli relazionali. Non hanno tenuto conto delle emozioni spontanee e condivise che spesso proviamo quando condividiamo le stesse esperienze con gli altri, ma si sono piuttosto concentrati sull’impatto dei cambiamenti emotivi che influenzano gli stati emotivi delle persone più vicine a noi.

Hanno scoperto che esiste un “modello di propagazione”, come per i virus, e che le fonti di infezione sono maggiori nel caso della tristezza piuttosto che della felicità. In altre parole, ogni amico felice aumenta le nostre possibilità di essere felici dell’11%, ma basta un solo amico triste per raddoppiare le nostre possibilità di essere infelici.

Gli psicologi concludono dicendo che le emozioni negative sono come l’influenza: più amici abbiamo che si ammalano, maggiori sono le possibilità di contrarre l’infezione. Questo vale anche per la tristezza e per la disperazione.

 

Ovviamente anche questa situazione è normale che ci sia fintanto che le persone non intraprendono un percorso di consapevolezza prendendo in mano i condizionamenti sociali e le dinamiche umane e se ne liberano comprendendone il significato profondo, a livello spirituale, che possiedono (ndr).

 

Anche se non lo vogliamo, gli umori delle persone intorno a noi, possono avere un grande impatto sulle nostre emozioni e atteggiamenti. Questo è il motivo per cui è importante essere molto attenti quando scegliamo le persone da far entrare nella nostra cerchia ristretta.

Essere costantemente esposti al cattivo umore e alla negatività finirà per presentare un conto da pagare, quindi è fondamentale essere circondati da persone che possono tirar fuori il meglio da noi. Ovviamente, dobbiamo anche assicurarci di diventare noi stessi persone da cui gli altri possano percepire un’energia positiva.

La buona notizia è che quando siamo consapevoli del fatto che c’è un contagio emotivo, possiamo agire come equilibratori, incoraggiando gli altri a concentrarsi sul lato più positivo delle cose. È vero che le emozioni positive sono molto meno contagiose, ma è un grande dono che possiamo offrire a qualcuno quando sta passando un brutto momento.

Imparare quindi il:

  • Distacco Emotivo;
  • Accettare il senso della vita risalendone alla comprensione profonda;
  • Aprire il cuore;
  • Conoscere Se stessi e i propri potenziali;
  • Amare Se stessi per poi poter realmente amare a gli altri.

 

Questo percorso di consapevolezza è possibile compierlo attraverso la conoscenza e l’uso degli strumenti forniti dal Metodo Summa Aurea®.

                                                                                                                                                     Roberto Fabbroni
Metodo Summa Aurea®
www.summaaurea.org

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su METODO SUMMA AUREA®

Roberto Fabbroni è scrittore, conferenziere, ricercatore, formatore, Operatore Olistico e Counselor Olistico. Tutte le sue attività sono legate alla ricerca e sviluppo del potenziale umano e di conseguenza alla comprensione di tutto ciò che ci limita, ci blocca e non ci permette di esprimere noi stessi per ciò che siamo.Esperto di Energie sottili è fondatore del Metodo Summa Aurea®. Di cosa si occupa: ◦Tecniche Energetiche per il benessere fisico; ◦Scienze Bio-Naturali; ◦Crescita Personale; ◦Crescita Spirituale; ◦Metafisica; ◦Fenomeni extra-sensoriali o inspiegabili di qualsiasi natura. Roberto è Presidente dell'Associazione Nuova Terra e Dir. della Scuola di Formazione per Operatore e Counselor Olistico ad indirizzo Bioenergetico dell'Istituto di Bioenergia. E' promotore della Terapia Bioenergetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

  • LIBRI CONSIGLIATI